Guidare con neve e pioggia: i nostri consigli

Il freddo glaciale e la neve dello scorso weekend hanno rimandato i primi giorni di temperature e climi primaverili. Le avverse condizioni climatiche impongono un controllo e un’attenzione alla guida molto maggiore. Per affrontare in sicurezza una strada ghiacciata o scivolosa è sì fondamentale aver montato un treno di pneumatici adatti, ma anche seguire alcuni importanti consigli.

Baraldi Gomme vi fornisce quindi qualche utile dritta su come guidare in condizioni atmosferiche difficili.

 

LA SCELTA DEGLI PNEUMATICI

Avere delle gomme adatte ai climi invernali e di mezza stagione è sicuramente il primo passo verso la prevenzione degli incidenti stradali. In particolare, sono consigliate su tutte le gomme invernali che sono realizzate con una mescola più morbida rispetto a quelle estive e sono quindi in grado di raggiungere prima la temperatura d’esercizio ottimale. Oltre a ciò, il battistrada delle invernali presenta un disegno molto elaborato nelle lamelle e nelle scanalature che permette di avere la massima aderenza sui fondi innevati e un efficace drenaggio dell’acqua per evitare così lo spiacevole fenomeno dell’aquaplaning.

 

CON PIOGGIA E NEVE NIENTE MANOVRE BRUSCHE

Acceleratore, freno e sterzo vanno gestiti con la massima attenzione. L’idea generale è quella di guidare senza manovre brusche. L’acceleratore, nello specifico, va moderato sempre soprattutto sulla neve, su cui è più frequente far pattinare le ruote e quindi perdere aderenza.

Con un fondo bagnato, innevato o gelato gli spazi di frenata si allungano notevolmente. E’ quindi bene calcolare con discreto anticipo quando frenare e quando si esegue questa azione non bisogna mai inchiodare, ma essere progressivi nel premere il pedale. L’angolo di sterzata va dosato con delicatezza per evitare di far perdere all’auto il grip sulla strada.

Alla base di tutto c’è però l’attenzione del guidatore: si deve guardare sempre chi ci precede e avere una distanza di sicurezza aumentata rispetto alle condizioni normali.

 

MECCANICA ED ELETTRONICA AIUTANO

Soprattutto sulla neve, può essere utile in fase di partenza innestare la seconda marcia per avere minore pattinamento. Qualora la salita sia particolarmente ripida, è consigliato disattivare momentaneamente il controllo di trazione per aumentare il grip in un primo momento e non affaticare quindi eccessivamente la trasmissione o il cambio automatico.

In discesa e, in generale, in fase di rallentamento si consiglia soprattutto l’uso del freno motore scalando le marce.

ABS ed ESP, ormai di serie su tutte le auto, aiutano a mantenere il controllo in frenata e durante la marcia, pur non garantendo il 100% della sicurezza.