Etichette degli pneumatici: come leggerle e quali sono i limiti

 

Dal 1° novembre 2012 è entrata in vigore la nuova etichettatura degli pneumatici che serve ad evidenziare le principali caratteristiche del prodotto in termini di consumi ed emissioni di CO2, prestazioni su bagnato e rumorosità. Per ognuna di queste caratteristiche è riportata una lettera da “A” a “G” che identifica la qualità dello pneumatico, dove “A” significa livello massimo e “G” livello minimo.

 

 

EFFICIENZA ENERGETICA

Questa icona indica il livello di resistenza al rotolamento dello pneumatico, in cui “A” sta ad evidenziare il prodotto più “virtuoso” e “G” quello meno economo. La differenza tra il valore massimo e il valore minimo è stimabile in circa 90 litri di carburante in più che vengono consumati annualmente. Ipotizzando che l’auto percorra circa 15-20’000 km in un anno e abbia un consumo medio stimato sui 15-18 km/l, in totale si possono risparmiare fino a 4-5 pieni di carburante.

 

 

 

 

 

 

CAPACITA’ DI FRENATA SU FONDO VISCIDO

E’ forse l’indice più importante. Come si può intuire, questa etichetta riguarda lo spazio di frenata garantito dagli pneumatici da 80 a 0 km/h su fondo bagnato. E’ chiaro che, in determinati casi, arrestare tempestivamente il veicolo un metro prima rispetto a quanto potrebbe fare un’altra gomma può fare la differenza tra una semplice “inchiodata” e un tamponamento o un incidente. Tra A e G vi è una differenza di circa 6 metri, sebbene dal 1° novembre 2014 gli pneumatici con indici F e G non siano più in vendita.

 

 

RUMORE DI ROTOLAMENTO ESTERNO

Tale valore è espresso sia tramite il numero di bande sonore (da 1 a 3 tacche, dove 3 è la gomma più rumorosa) che attraverso il numero di decibel emessi. Generalmente, vi può essere una differenza nell’ordine di 5-6 decibel tra una gomma di silenziosa e una più rumorosa.

LIMITI DEL SISTEMA DI ETICHETTATURA

Per quanto chiaro, il sistema è sicuramente incompleto. Nella valutazione dell’efficacia degli pneumatici non vengono, infatti, considerati aspetti altrettanto importanti per la sicurezza come la resistenza all’aquaplaning, la frenata su fondo ghiacciato e asciutto e la tenuta in curva nelle varie condizioni climatiche.

Qualche informazione in più sui principali pneumatici in commercio la potete trovare qui.